"Ognuno di noi ha il suo posto nel mondo.
Il mio è nella mia cucina, ascoltando della buona musica (rock) e in compagnia di ottimi amici!!!"

lunedì 20 luglio 2015

Pasta fredda con mozzarella di bufala, pomodorini, avocado e basilico fresco





INGRENDIENTI

200g maccheroni (potete usare anche un altro formato ma sempre pasta corta)
6 mozzarelline di bufala
10 pomodori ciliegia
1 piccolo avocado maturo
qualche foglia di basilico fresco
Olio, sale e pepe

PREPARAZIONE
Cuocere la pasta in abbondante acqua calda salata, ma scolarla un po' al dente.
Nel frattempo pulire e tagliare i pomodorini a quarti, tagliare a dadini le mozzarelline e pulire e tagliare a dadini l'avocado, mettere il tutto in una ciotola che poi userete per unire la pasta e condire con un filo d'olio, sale e pepe. Mettere in frigo fino a quando la pasta non sarà cotta.
Scolare la pasta e passarla sotto l'acqua corrente fredda, scolarla ancora per bene ed unirla al condimento, aggiungere ancora un filo d'olio e il basilico fresco.
Servire.

Buon Appetito!!! 

martedì 16 giugno 2015

Hamburger di fagioli e crema di feta



INGREDIENTI
2 panini per hamburger
1 scatola di fagioli cannellini
200g feta
40g nocciole tritate
1 pomodoro
2 foglie di insalata
Parmigiano reggiano q.b.
Qualche foglia di prezzemolo
Origano q.b.
Pane secco q.b.
Olio, sale e pepe

PREPARAZIONE
Per i burger di fagioli: mettere il pane in una ciotola con dell’acqua. Frullare tutto insieme: fagioli, parmigiano, prezzemolo, pane ammollato e strizzato, nocciole tritate, sale e pepe. Formare con questo composto, aiutandosi con dei coppa-pasta, dei burger e poi mettere in frigorifero per circa 30 minuti.
Per la crema di feta: frullare la feta, precedentemente sbriciolata, con 4 cucchiai d’olio, sale, pepe ed origano.
Tagliare il pomodoro a fette, salare e tenere da parte, lavare le foglie di insalata e tenere da parte.
Scaldare un filo d’olio in una padella e cuocere i burger per circa 4 minuti da entrambe le parti, nel frattempo tostare il pane e poi farcire i panini, spalmando la crema di feta (io l’ho fatto su entrambi i lati), poi unire il burger di fagioli, le fette di pomodoro e l’insalata.
Servire.

Buon Appetito!!!

venerdì 8 maggio 2015

Tortino di Patate e Mozzarella

INGREDIENTI
5 o 6 patate
500g mozzarella per pizza
100g pancetta affumicata a cubetti
rosmarino
sale e olio

PREPARAZIONE
Pulire e tagliare a fette, non troppo spesse, le patate.
Taglare a fette la mozzarella.
Ungere con un filo d'olio e un po' d'acqua il fondo di una teglia da forno e fare un primo strato di patate, condire con un filo d'olio, sale e rosmarino, poi fare uno strato con le fette di mozzarella e la pancetta, continuare fino così fino a finire gli ingredienti.
Prima di infornare a 180° per circa 30 minuti, aggiungere un po' d'acqua in modo che le patate non si attacchino.
Servire.

Buon Appetito!!!

lunedì 9 febbraio 2015

Gnocchi di patate viola e crema allo zafferano




INGREDIENTI
Per gli gnocchi:
1 confezione di patate viola (circa 300g)
Farina (1/3 circa del peso delle patate)
Sale q.b.

Per la crema allo zafferano:
1 bustina di zafferano
100ml di panna vegetale
sale q.b.

PREPARAZIONE:
Lavare accuratamente e lessare in acqua bollente salata per circa 30/40 minuti le patate con la buccia. Una volta cotte, scolarle e sbucciarle ancora calde, schiacciarle nello schiacciapatate e mettere la polpa in una ciotola, dove unire la farina setacciata e un pizzico di sale. 
Impastare il tutto con le mani direttamente nella ciotola fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto, formare dei filoncini, tagliarli a gnocchetti e passarli sui rebbi di una forchetta o sull'apposito rigagnocchi per creare la caratteristica rigatura.
Disporli su un vassoio leggermente infarinato, Coprirli con un canovaccio pulito e mantenerli in un luogo fresco per almeno 15 minuti.
Passati i 15 minuti, preparare la crema allo zafferano, mettendo la panna in una padella già calda, abbastanza capiente da contenere gli gnocchi, aggiungendo lo zafferano diluito in un po' d'acqua, far addensare ed intanto cuocere gli gnocchi in abbondante acqua calda bollente, appena verranno a galla scolarli con una schiumarola e unirli nella padella della crema allo zafferano, mescolare bene il tutto.
Servire.

Buon Appetito!!!



domenica 11 gennaio 2015

Alla scoperta di nuovi sapori tra Novembre e Dicembre!!!



Passate le vacanze, passate le feste, eccomi qui a parlarvi di cibo, alcuni di voi diranno ancora? Beh dai su, il cibo è la nostra linfa vitale e cosa c’è di meglio di scoprire nuovi luoghi dove potersi nutrire? 

Parto alla grande parlandovi di Semigiò, ristorante che si trova alle porte di Milano, più precisamente a Vimercate. Questo locale è unico, magico nel suo genere, dal cibo, di altissima qualità, al personale, molto qualificato e gentilissimo, al locale stesso, moderno e di atmosfera; ogni cosa sembra essere messa al posto giusto e anche tu che entri ti senti così, speciale, unico e sai di essere arrivato nel posto giusto. Quindi per chiunque volesse una serata all’insegna dell’unicità e delle coccole, Semigiò è il luogo adatto.





Mentre se invece avete voglia di sentirvi come se foste a casa vostra, il posto da provare è Acasa Eatery, una vera casa riadattata a ristorante in zona navigli. Basta entrare dalla porta e capire in che luogo fantastico si è. Ogni angolo è un angolo unico, che porta da un epoca ad un’altra e anche il cibo e il personale lo rendono tale. Un’aggiunta positiva è il poter acquistare alcuni prodotti come salse di pomodoro, pasta etc.
Un altro locale che mi ha particolarmente colpito è il ristorante friulano Sauris & Borc da Bria, un luogo molto tranquillo e carino, dove il cibo lo fa da padrone. Lo consiglio per chi volesse provare e assaggiare i sapori della cucina friulana.
Invece per chi volesse passare delle serate più spartane con cibi sempre di buona qualità ma meno ricercati, vi consiglio El Galet, ristorante in zona idroscalo che punta la sua cucina sul galletto alla griglia, sulla polenta, che io ho provato ed ho trovato molto buona, e sulla birra artigianale; Mystic Burger, dove ovviamente sono gli hamburger i padroni del locale, ma non i soliti hamburger, qui ne si possono trovare di unici e soprattutto con pane fatto in casa e con ingredienti della nostra cucina italiana, il tutto contornato da birre artigianali di ottima fattura, sempre sulla stessa tipologia hamburger e birra artigianale abbiamo il locale Baladin, a Milano, che offre anche degli altri ottimi piatti, come la tartare.

Mentre per chi fosse in centro a Milano, zona Duomo per la precisione, e avesse voglia di mangiare orientale, consiglio Pasta B Jinghua, un posto carinissimo con cibo molto buono e personale molto gentile, il tutto si può notare già dalla strada dove dalla vetrina si può vedere i cuochi all’opera, mentre il locale vero e proprio si estende al di sotto.


E per ultimo, ma non per importanza, voglio consigliare un buon ristorante vegano, Madre Natura, che si trova a Cernusco S.N. ed è solito essere aperto solo a pranzo, ma una volta al mese fa la sua apertura serale, dove oltre a gustare dell’ottimo cibo si possono apprezzare le opere di artisti locali e non, per chi fosse curioso di provare questo tipo di cucina questo è il posto ideale, mi raccomando però ricordate di prenotare :).

Spero che i miei piccoli consigli vi possano essere utili, ma ricordatevi che bisogna provare per credere!!!

giovedì 6 novembre 2014

I nuovi sapori di Ottobre


Questo mese ho scoperto dei nuovi ristoranti a Milano e provincia dove andare a cibarsi. Ristoranti piccoli o grandi che siano ma accoglienti, ristoranti con sapori unici e che hanno anche qualcosa di unico.
E ve li consiglio:
 
















Fooding Sushi & Mozzarella Bar a Peschiera Borromeo (MI) in Via Aldo Moro 3, http://www.foodingsushibar.com/:
Il locale è molto carino e intimo, l’insieme dei due elementi sushi e mozzarella fa di questo posto un qualcosa di unico (almeno per me dato che amo entrambi questi cibi), hanno un menù molto ricco ed è tutto molto buono, io ho mangiato una tartare di tonno e salmone e rotolo di mozzarella ripiena di verdurine crude servite come se fossero dei maki (adoroooo!!!). Il tutto è condito da un ottimo servizio.



 

Obicà a Milano in Via Mercato, 28 (zona Brera), http://obica.com/portal/IT/it/home/ :
Questo è un locale che fa della mozzarella la sua portata principale e dato che io ne vado matta non potevo non provarlo, anche se ci sono capitata per caso un sabato a pranzo. Il locale modernissimo è abbastanza turistico, però dopo che ti tuffi sul menù capisci anche il motivo, i piatti variano dalla pizza a primi, dalle zuppe o anche solo da un ottima mozzarella accompagnata da salumi o verdure. Io ho provato una zuppa di pomodoro accompagnata da un piattino di stracciatella che era la fine del mondo. Unica nota negativa è stato il servizio un po’ lento e i piatti arrivati non tutti insieme ma sicuramente si può migliorare.

 

Maido a Milano in Via Savona, 15 (zona navigli/porta genova), http://www.maido-milano.it/index.htm :
E' in questo piccolissimo luogo che si mangiano deliziosi street food giapponesi, è il primo locale dove si può mangiare l’okonomiyaki che altro non è che una sorta di frittata fatta con cavolo, farina e uova, cotta sulla piastra, in aggiunta per chi vuole pollo, formaggio o pesce ed infine il tutto viene condito con la salsa okonomi e maionese. Anche se a vedersi questo piatto non fa venire l’acquolina in bocca, né basta solo un boccone e c’è da ricredersi. Oltre a questo piatto si possono trovare gli onighiri, triangoli di riso ripieni di pesce, verdura o carne e anche i dolcetti di Doraemon, i dorayaki, due piccoli pancake ripieni di anko (marmellata di fagioli azuki). 
Per chi avesse voglia di un po’ di Giappone, questo è il luogo ideale, perché sembra di esserci davvero.




















28 Posti a Milano, in Via Corsico, 1 (zona naviglio grande), http://www.28posti.org/menu:
Piccolo locale di soli, appunto, 28 posti ma estremamente accogliente. La cucina è molto particolare, ha uno stile unico e molto mediterraneo. Io ci sono stata una domenica a pranzo, dove oltre il menù alla carta, fanno anche il brunch, potevo non farlo? Ovvio che no. Tutto buonissimo dalla zuppa al caffè, dall’hummus ai dolci, il di più è stato essere seduta al tavolo di fianco alla cucina dove c’è una feritoia dalla quale si può gustare il lavoro dei cuochi.



Angelino a Milano, Via Fabio Filzi, 9 (zona tra centrale e garibaldi), http://www.osteriaangelino.com/:
Ed eccoci a Roma, ma stando a Milano. Questa piccola trattoria romana, aperta da poco più di due mesi ha il suo perché, anche se purtroppo non è in una zona di molto passaggio di Milano. I piatti sono abbondanti e molto buoni, tipici della più tradizionale cucina romana.



venerdì 5 settembre 2014

Cupcake ai semi di papavero


Questa da oggi in poi sarà l'unica ricetta dei cupcake che userò...è perfetta!!! ^^


INGREDIENTI per 12 cupcake
200g farina 00
8g lievito per dolci
1.5g sale
60ml latte
10g estratto di vaniglia o i semi di un bacello
115g burro ammorbidito
140g zucchero
3 uova a temperatura ambiente
20g semi di papavero
PER LA GLASSA
200g ricotta
600g zucchero a velo
Aromi e coloranti a piacere
Codette colorate a piacere

PREPARAZIONE
In una ciotola setacciare la farina, il lievito e il sale, mettere da parte.
In un’altra ciotola unire il latte con l’estratto (o i semi) di vaniglia e i semi di papavero, mettere da parte.
In un’altra ciotola ancora mescolare con una frusta elettrica il burro con lo zucchero fino a formare una crema soffice e spumosa, aggiungere le uova, mescolando ogni volta che se ne aggiunge una, finchè gli ingredienti non si sono amalgamati. Unire poi un terzo del composto di farina amalgamando bene, versare metà del latte con vaniglia e semi di papavero e mescolare bene. Continuare ad aggiungere gli ingredienti alternandoli e amalgamarli per bene.
Riempire 12 stampini da muffin, precedentemente rivestiti con dei pirottini di carta, con l’impasto precedentemente preparato.
Cuocere in forno a 180° per 20 minuti o fino a che i cupcake saranno dorati.
Sfornare e trasferirli su una gratella e fare raffreddare.
Preparare la glassa al formaggio mescolando la ricotta con lo zucchero a velo e unire degli aromi o il colorante (solo se si desidera). La glassa deve risultare liscia e non troppo densa.
Decorare i cupcake con la glassa e poi mettere in frigorifero per almeno 20 minuti.
Servire.

Buon Appetito!!!

(Ricetta tratta dal libro “American Bakery” di Laurel Evans)